Interview

1

Favorire l’integrazione nelle società sempre più diversificate

Eurac Research ha coordinato il rapporto OSCE ora online

13 January 2021

Nel 2012 l’Alto Commissariato sulle Minoranze Nazionali dell’OSCE aveva emanato le cosiddette Raccomandazioni di Lubiana: delle linee guida rivolte agli stati membri per favorire l’integrazione nelle società sempre più diversificate. A distanza di qualche anno, nel dicembre 2019, l’Alto Commissariato ha commissionato uno studio per rafforzare queste raccomandazioni e aiutare gli stati membri nella loro applicazione.

Su incarico dell’OSCE i ricercatori degli Istituti sui diritti delle minoranze e di studi federali comparati di Eurac Research assieme ai colleghi dell’Università di Heidelberg e di Åland Islands Peace Institute hanno elaborato un documento rivolto principalmente ai funzionari degli stati membri, ma di interesse anche per esperti del mondo accademico e del terzo settore. I ricercatori hanno selezionato e valutato gli indici elaborati da diversi soggetti – organizzazioni internazionali, università, stati, comuni, società civile – sul tema dell’integrazione e della diversità. Roberta Medda-Windischer, giurista di Eurac Research, ha coordinato il progetto.

Come si è svolto il vostro lavoro?

Roberta Medda-Windischer: Abbiamo fatto una ricognizione degli indici esistenti nell’area Osce e ne abbiamo analizzati nel dettaglio 14. Abbiamo valutato quali fossero quelli che rispecchiano maggiormente i contenuti delle raccomandazioni e se ci fossero delle lacune. Ci siamo concentrati su nove tematiche: antidiscriminazione e uguaglianza, cittadinanza, partecipazione, lingua, istruzione, sicurezza, accesso alla giustizia, media, simboli e loro uso nella vita pubblica.

Di che tipo di indici si tratta?

Roberta Medda-Windischer: Alcuni di questi indici sono di tipo quantitativo (ad esempio: “Quanti bambini frequentano il corso di lingua minoritaria?”), altri di tipo qualitativo (“Pensi che sia utile partecipare al corso di lingua minoritaria?”); alcuni si occupano sia di minoranze storico-tradizionali che di nuove minoranze, altri considerano solo quest’ultimo gruppo.

Cosa è emerso dallo studio?

Roberta Medda-Windischer: In generale gli indicatori esistenti pongono poca attenzione agli aspetti qualitativi e alla società in senso ampio. Inoltre, molti di questi indicatori non valutano in modo approfondito la complessità delle identità: la diversità riguarda la lingua, ma anche la religione. Il nostro suggerimento è quello di creare nuovi indicatori che comprendano anche una parte qualitativa per riuscire a cogliere aspetti importanti come l’impatto sugli individui, le percezioni delle persone... Sarebbe inoltre necessario aggiornare gli indici per tenere conto degli sviluppi della società, anche sul piano tecnologico. Se consideriamo l’ambito dei media, ad esempio, vediamo che mancano completamente degli indicatori legati a hate speech o fake news, fenomeni che nel 2012, quando sono state scritte le raccomandazioni di Lubiana, non erano ancora così rilevanti e diffusi come nel corso degli ultimi anni.

Roberta Medda

Roberta Medda è giurista. All’interno dell’Istituto sui diritti delle minoranze coordina un gruppo di ricerca che si occupa di minoranze storiche, ma anche delle nuove minoranze nate dai fenomeni migratori. Tra i suoi ambiti di ricerca rientrano la protezione internazionale dei diritti umani e delle minoranze.

Download

Mapping Integration Indicators

A Reference Tool for Evaluating the Implementation of Ljubljana Guidelines-based Policy

Tags

ISTITUTI & CENTER


Related Content

interview

Elezioni in Catalogna: chi ha vinto veramente?

ScienceBlogs
02 February 2021eureka

Breaking the silence: the future of power-sharing in Belgium

Maxime Vandenberghe
Report
9

Rapporto

migrazioni

2020

news

Tra scetticismo e solidarietà

Un sondaggio racconta la percezione del turismo in Alto Adige

Greta Thunberg ist ein Tipping Point

Die "Scientists for Future" Kris Krois und Marc Zebisch im Gespräch

Nel rispetto del regolamento (UE) 2016/679, ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su "OK" acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso usa il tasto "maggiori informazioni".

Maggiori informazioni